In mancanza di tempo per scrivere un articolo inerente all’alimentazione (spero di ultimare quello che ho in cantiere riguardo l’ortoressia prima di Pasqua), vi lascio questa deliziosa ricetta “del riciclo” di Laura Laghi, mamma tuttofare e blogger romagnola (la trovate qui). Ci conosciamo -virtualmente- già da molto tempo, e mi aveva scritto qualche giorno fa per chiedermi se mi interessava una ricetta di un dolce fatto con gli scarti delle centrifughe: ve la devo dire la mia risposta…?
Sprecare il cibo è un sacrilegio, soprattutto quando può essere reinterpretato in modo creativo e quando contiene sostanze ancora utili al nostro organismo: in questo caso, gli scarti dei centrifugati fatti in casa sono un concentrato di fibra che può rivelarsi utile alla regolazione del transito intestinale.

L’unico consiglio che mi sento di darvi prima di passare alla ricetta è quello di realizzarla solo se disponete di frutta e verdura non trattate (biologiche o provenienti da coltivazioni sicure al 100%): nella parte esterna fibrosa dei vegetali si annida il maggior concentrato di pesticidi usati nell’agricoltura tradizionale, e non sarebbe affatto saggio usare gli scarti di quei vegetali per la preparazione di un dolce, tanto più se lo vogliamo offrire a dei bambini!

Gli ingredienti che trovate riportati qui sotto vanno bene sia per una torta che per dei biscotti: Laura vi avverte che se non avete un forno ventilato ben funzionante la torta potrebbe risultare un po’ troppo umida, quindi vi consiglia di farne dei biscotti, di certa riuscita.

Ecco la ricetta! Ipotizzando di ottenere 12 biscotti con questo impasto, le informazioni nutrizionali che trovate in tabella sono riferite per ciascun biscotto.

d5d0dbc7b6600aafd9f96b79e7b9bd22
Biscotti Fruttosi

Ingredienti
280 gr di farina 1 – o intergrale
70 gr di burro di centrifuga sciolto a bagnomaria
150-200 gr di scarto di centrifuga
1/2 bustina di polvere lievitante
1 uovo e 1 tuorlo (o 2 uova se sono piccole)
1 cucchiaio di malto d’orzo

Preparazione
Impastare gli ingredienti nell’impastatrice (nota di Laura: se non avete l’impastatrice fatevela regalare, in cucina vi salva la vita). In mancanza dell’impastatrice e del candidato per farvela acquistare, formate sul tavolo un mucchietto con la farina, fate un buco all’interno nel quale verserete gli altri ingredienti e lavoratelo fino ad ottenere un impasto abbastanza morbido, come quello dei cupcakes. Infilate la pasta in una tasca da pasticcere con il buco grosso e date ai vostri biscotti la forma che preferite su una leccarda ricoperta di carta da forno.
Potete mettere un po’ di zucchero di canna demerara sui biscotti prima di infornarli: avranno una marcia in più.
Infornate a 200 gradi per circa venti minuti (o finché non saranno dorati).

biscotti