Dimensione Bimbo | Le cose di Mattia | Una mamma in equilibrio

17 maggio 2017: nasce Mattia e la mia vita cambia.
Questa è una sezione del sito più personale e meno professionale, dove troverete
sia articoli di alimentazione infantile sia appunti sparsi della mia esperienza da mamma.
Sbirciate tra le categorie! 
Come promesso fin da quando aspettavo Mattia nel mio pancione, ecco il primo articolo di una breve serie sullo svezzamento dei piccoli cuccioli. Quando Mattia aveva 3 mesi abbiamo fatto il consueto bilancio pediatrico, e la dottoressa mi ha istruita su come procedere con lo svezzamento: a partire dal quarto mese pappe di frutta, e[...]
Quando una mamma allatta, la preoccupazione che attraverso il latte passino sostanze nocive per il bambino è alta: nei dotti lattiferi circolano tutte le molecole che la mamma produce o ingerisce, esattamente come se fosse un secondo “sistema circolatorio” eguagliabile a quello sanguigno. Le sostanze nutritive Una domanda frequente è: “Quello che io mangio si[...]
Nell’ultimo articolo abbiamo parlato di come indirizzare i bimbi verso buone abitudini alimentari quando sono a casa. Il vero problema dei genitori, tuttavia, è far sì che il bambino abbia un’alimentazione sana e bilanciata quando è fuori: mensa, amici, nonni… Come fare? Niente panico: è la dose che fa il veleno Partiamo da una considerazione[...]
Nutrire i bambini
10 agosto 2016 | 10 Comments
Un articolo che in tante stanno aspettando, e che ho promesso da troppo tempo. Approfitto di questi oziosi pomeriggi di agosto per scriverlo: alimentazione e bimbi, che dilemma! L’alimentazione dei più piccoli è un bel cruccio per i genitori: si parte pieni di entusiasmo e di buoni propositi; si tengono in casa solo ingredienti sani[...]
Settimana scorsa è stata in ambulatorio da me una signora sulla sessantina: è mia paziente da qualche mese, ma questa volta si è presentata non per un appuntamento di controllo, bensì per una richiesta più particolare. “Dottoressa, tra poco finiscono le scuole, e avrò a casa i nipotini dal lunedì al venerdì: vanno tutti e[...]
Come Tom e Jerry, come cane e gatto, come Peppone e don Camillo: l’antitesi tra i bambini e le verdure è una lotta insanabile, ben lontana dall’armonico Yin-Yang degli opposti che si completano. Si tratta di una frattura vera e propria: come tutte le mamme sanno! Nonostante aeroplanini di broccoli e tentativi di camuffare le[...]
Questa settimana vi presento qualche studio molto interessante riguardo la masticazione. Ci viene detto fin da piccoli: masticare è importante! Ma vi siete mai chiesti perché sia così fondamentale…? Inghiottire bocconi non ben masticati implica un lavoro maggiore per lo stomaco, comportando una digestione più impegnativa e -alla lunga- anche problemi di acidità gastrica. Come[...]
Qualche giorno fa mi ha scritto Ilaria, la mamma di una bambina di cinque anni che già adora ‘pasticciare’ in cucina. Mi ha chiesto se avessi una ricetta facile da preparare insieme alla bimba, con pochi zuccheri e che fosse adatta da poter inserire quest’autunno nelle merende di ritorno da scuola: il primo anno delle[...]
In mancanza di tempo per scrivere un articolo inerente all’alimentazione (spero di ultimare quello che ho in cantiere riguardo l’ortoressia prima di Pasqua), vi lascio questa deliziosa ricetta “del riciclo” di Laura Laghi, mamma tuttofare e blogger romagnola (la trovate qui). Ci conosciamo -virtualmente- già da molto tempo, e mi aveva scritto qualche giorno fa[...]
La merenda nell’immaginario di tutti noi è una piccola pausa dolce o salata da concedersi a metà pomeriggio: tornavamo a casa dall’asilo o dalle elementari, e la mamma ci accoglieva con un succo di frutto e qualcosa da mangiare! Ci sono diversi modi di fare merenda, sani e meno sani, golosi e meno golosi, per[...]
Un gioco di verdure
18 febbraio 2014 | 11 Comments
Scaricate qui il Ricettario per i bambini, redatto dopo la stesura di questo articolo e con la collaborazione di miei lettori! [Cliccate su “Ricettario per i bambini”] I bambini -si sa- storcono il naso davanti alle verdure, e alcuni si portano questa fobia fino all’età adulta: vi giuro che una volta ho conosciuto un ragazzo[...]
Punto nono per prevenire il cancro: l’allattamento al seno. Mesi fa, in questo articolo, avevo parlato dei motivi per cui l’allattamento al seno è importante per la salute del bimbo. Grazie agli studi del Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) è stato possibile concludere che l’allattamento al seno è prezioso anche per madre:[...]
Sono leggermente in ritardo sui tempi, ma sono certa che quest’articolo non andrà sprecato: dall’01 al 07 agosto 2012 si celebra la settimana mondiale dell’allattamento al seno. Avevo già parlato qui di quanto sia importante allattare il proprio figlio: le autorità sanitarie e i pediatri raccomandano almeno 6 mesi di allattamento esclusivo al seno. Lo[...]
Negli healthy-blog americani c’è un motto che si ritrova spesso: don’t drink your calories – non bere le tue calorie. Questo imperativo salutistico ha sicuramente un peso maggiore oltreoceano che non qui in Italia: qui non siamo abituati a bere caffè con zucchero e panna ad ogni ora del giorno, nei ristoranti la Coca-Cola non[...]
L’ho accennato in questo articolo: l’allattamento al seno riduce il rischio che il bambino, crescendo, possa diventare obeso. Approfondiamo la questione: che differenza c’è tra il latte materno e il latte artificiale tale per cui solo il primo predispone ad obesità? La differenza sostanziale sta nelle proteine. Il latte materno contiene 7-12 g di proteine[...]
Come promesso alle neomamme (o future mamme) che mi leggono, pubblico un articolo riguardante la corretta alimentazione da seguire durante l’allattamento. Le esigenze dietetiche della nutrice sono differenti sia a livello qualitativo che quantitativo: lo stato nutrizionale della mamma influenza la qualità del latte prodotto, che a sua volta ovviamente si riflette sulla crescita del[...]
Per le future (o neo) mamme le indicazioni dei pediatri sono chiari: l’allattamento al seno è, se non tassativo, quantomeno auspicabile per i primi mesi del bimbo; lo svezzamento, secondo le più recenti direttive, può avvenire tra il 5° e il 6° mese: non prima, perché l’intestino non è ancora perfettamente funzionante, e non dopo,[...]