Conoscete l’agopuntura? Forse l’avete sentita nominare e forse siete rimasti affascinati da questa pratica terapeutica. L’avete mai provata? Io sì, e devo dire con enormi benefici: sono stata seguita da un medico agopuntore di origini tedesche sia per un piccolo problema di dolorabilità articolare, sia per disequilibri del ciclo mestruale. Aggiungo che l’agopuntura mi aiuta moltissimo anche nella gestione dello stress.
In Italia molti medici affiancano sedute di agopuntura alla cura attraverso farmaci: questa antica pratica cinese ha trovato un suo peculiare sbocco per supportare la terapia della fibromialgia, per risolvere disequilibri endocrini e per permettere al paziente di raggiungere un’armonia organica che è stata persa a causa di malattie o sindromi patologiche.

Mi trovo spesso a suggerire alle mie pazienti con problemi di fertilità di intraprendere anche un percorso di agopuntura. Una recente review degli studi clinici condotti su 1366 donne ha stabilito che l’agopuntura è in grado di aumentare in modo statisticamente significativo l’instaurarsi e il progredire di una gravidanza; l’agopuntura è consigliata anche in caso di PMA (procreazione medicalmente assistita), in quanto aumenta del 60% le probabilità che l’embryo transfer vada a buon fine. Potrebbe essere utile a molte sapere che esiste un registro di medici agopuntori esperti nel trattamento dell’infertilità e nel supporto alla PMA : trovate l’elenco qui. 
Ho fatto questo inciso perché so quante delle mie lettrici siano interessate ad approfondire tutto ciò che riguarda la fertilità.

Punti di agopuntura
Punti di agopuntura

All’inizio dell’inverno ho conosciuto una brillante dottoressa che pratica agopuntura a Seriate, in provincia di Bergamo, con la quale mi sono piacevolmente intrattenuta un’intera mattina, e alla quale ho chiesto una collaborazione per il sito. Lei ha accettato volentieri: è la dott.ssa Francesca Barri.
La dott.ssa Barri, laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Anestesia e Rianimazione, ha conseguito l’attestato di qualificazione in Agopuntura dopo aver frequentato il Corso Quadriennale di Alta Formazione in Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese presso il Centro Studi So Wen di Milano. Insomma, la sua formazione non è sicuramente improvvisata.
Durante il nostro incontro mi ha raccontato che si è avvicinata all’Agopuntura spinta dalla curiosità e con un certo scetticismo che derivava dalla sua precedente formazione, ma di fronte ai risultati osservati lo scetticismo è svanito lasciando il posto allo stupore. La curiosità si è trasformata in un profondo interesse per questa millenaria tecnica terapeutica la cui efficacia è oggi documentata da numerosi studi scientifici.

Agopuntura
Agopuntura

In realtà, tra tutte le discipline di terapia alternativa, l’agopuntura è una di quelle sulle quali è possibile fare studi scientifici di un certo spessore: la sua validità nella terapia del dolore, ad esempio, è riconosciuta da anni dal mondo scientifico. In certi ospedali austriaci e tedeschi l’agopuntura viene utilizzata anche come anestetico locale in certi interventi chirurgici. Come accennato precedentemente, si stanno affermando sempre di più le prove a supporto dell’efficacia dell’agopuntura anche per il supporto a molte altre patologie. 
Naturalmente bisogna trovare un medico competente a cui affidarsi! I punti in cui inserire gli aghi devono essere individuati da mani esperte, e solo dopo un lungo colloquio conoscitivo.
In questo articolo troverete una presentazione generale dell’agopuntura, redatta dalla dott.ssa Barri. In accordo ai suoi impegni di lavoro, scriverà di tanto in tanto per noi degli articoli riguardanti benefici specifici in relazione a determinati disequilibri del corpo: le ho già anticipato che alcuni punti di interesse e confronto sarebbero la fertilità, l’ipotiroidismo e lo stress.

In cosa aiuta l'agopuntura?
In cosa aiuta l’agopuntura?

Se non abitate lontano da Seriate e volete contattare la dott.ssa, questi sono i suoi recapiti:
Dott.ssa Francesca Barri
Tel. 342 3927288
E-mail: francesca.barri@yahoo.it

*** *** ***

L’Agopuntura è una tecnica terapeutica molto antica che costituisce parte integrante della millenaria Medicina Tradizionale Cinese insieme alla fitoterapia, alla dietetica, al massaggio e alle ginnastiche mediche (Qi Gong, Tai Ji Quan). Questa tecnica terapeutica, giunta fino ai giorni nostri dopo una storia di oltre duemila anni, viene oggi utilizzata da milioni di persone nel mondo.
Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, l’universo, nei suoi infiniti aspetti, dalle forme più sostanziali a quelle più impercettibili, è energia in costante movimento e trasformazione che, a seconda del grado di condensazione/rarefazione, dà luogo ad innumerevoli manifestazioni. L’essere umano è parte dell’universo e, come l’universo, è energia. L’uomo è energia dalle parti più materiche (come il corpo) alle parti più sottili (come la psiche): le ossa, i muscoli, il sangue, i pensieri, le emozioni, i sentimenti… sono tutte manifestazioni della stessa energia che assume forme diverse, dalle più tangibili alle più eteree. In questa visione unitaria dell’essere umano, non esiste una distinzione tra corpo e psiche e l’individuo, nella sua globalità fisica e psichica, viene considerato un insieme costituito da diversi sistemi funzionali tra loro correlati ed interdipendenti in stretta integrazione con l’ambiente.

Punti di agopuntura per la donna
Punti di agopuntura per la donna

L’energia dell’essere umano, che deriva in parte dai genitori ed in parte dall’alimentazione e dalla respirazione, circola in tutto l’organismo, in particolare lungo delle vie di scorrimento preferenziali, i cosiddetti meridiani che collegano tra loro le diverse parti del corpo, mettendo in comunicazione l’interno con l’esterno del corpo. E’ lungo i meridiani che si trovano i punti di agopuntura, aree di particolare concentrazione energetica in cui l’energia stessa diventa più superficiale. Intervenendo sui punti di agopuntura, si può quindi influire sulla circolazione dell’energia dell’intero organismo, agendo sia sulla sfera organica che su quella psichica, allo scopo di ristabilirne una corretta circolazione e ripristinare l’equilibrio alla base della salute. In quest’ottica, infatti, è proprio un buon equilibrio energetico a fare in modo che tutte le funzioni dell’organismo, fisiche e mentali, siano in armonia tra loro e con l’ambiente così da ottimizzare la risposta ad un’ampia varietà di fattori, sia esterni che interni, mantenendo inalterata l’omeostasi.

L’equilibrio assume quindi un’importanza particolare come chiave per essere in salute e per mantenere un buono stato di salute: un equilibrio caratteristico e peculiare di una determinata persona, unica ed irripetibile, in continua e dinamica interazione con l’ambiente.